ECCO (IO) QUI // dai 6 ai 36 mesi

Dopo il successo del debutto al Festival Segnali di Milano, torniamo con tanti appuntamenti per incontrare i nostri piccoli spettatori …..

ECCO IO QUI
narrazione sensibile per bambini
dai 6 ai 36 mesi e i loro accompagnatori

domenica 21 gennaio ore 10 e 11.30 (doppia replica)
SpazioTeatro89 – via F.lli Zoia 89, MILANO
rassegna TEATROPICCOLISSIMO
info e prenotazioni qui

una creazione di
Judith Annoni, Francesca Maggioni, Loredana Mazzola, Alessandra Pasi
con
Judith Annoni, Alessandra Pasi
falegnameria e oggetti di scena
Marco Preatoni
una produzione
nudoecrudo teatro
realizzata nell’ambito di
Progetto Ponti_sostenere le relazioni familiari con il teatro
con il contributo di
Fondazione Comunitaria Nord Milano
in collaborazione con
Servizi Prima Infanzia Comune di Bollate e Comune di Baranzate (MI), Asili nido Il giardino dei Ciliegi, Il giardino dei Glicini, Il giardino dei Lillà Coordinamento Pedagogico Ambito territoriale Garbagnate milanese (MI)

IMGL5488

Una narrazione sensibile, tutta da toccare e da esplorare, da scoprire con gli occhi, le mani e i piedi, con il corpo nella sua interezza, con l’udito e con l’olfatto. Materiali semplici e naturali (iuta, lana, corda, carta, legno, pula di grano, semi,…) costruiscono un piccolo ambiente che gradualmente prende forma, si trasforma crescendo, sino a espandere i suoi confini e riempire tutto lo spazio.
Sino a divenire, idealmente, mondo. Gli oggetti di scena vengono vissuti e abitati dai piccoli che, stimolati dalle attrici, prendono letteralmente possesso dello spazio scenico, in un rituale-gioco in cui sperimentare, cercare e scoprire. Senza un’indicazione di cosa fare, solo di come fare. Oggetti di scena che hanno un peso, un colore, una consistenza. Che hanno una voce e un odore, una forma e un mistero, una sorpresa o una vecchia conoscenza: appositamente pensati e realizzati per essere utilizzati autonomamente e in sicurezza dai bambini, in un gioco teatrale di continua scoperta. La filastrocca, il canto ed il suono della voce diventano chiavi per entrare in relazione con il ‘teatro’ come mondo, rito di passaggio, territorio del magico, del linguaggio del corpo e dell’ascolto. Attrici e bambini giocano e scoprono insieme, dando vita ad un rituale unico che, nella sua ripetitività formale, si rinnova ogni volta.

IMGL5149IMGL5202IMGL5280IMGL5301IMGL5438IMGL5458IMGL5501IMGL5348

fotografie di scena di Alessandro Brasile
in scena con noi i piccoli Sami, Ada, Diego, Elio, Elena, Nora